CONSIDERAZIONI SCOMODE?

Dall’avvento dell’era Reid i nostri amatissimi KANSAS CITY CHIEFS si sono evoluti in maniera esponenziale portandoci dal 2-14 del 2012 fino all’apoteosi del Superbowl LIV (e la partecipazione al Superbowl LV).

Questo è un grande merito dell’intera organizzazione (Hunt e Veach in primis) che anch’essa ha dovuto subire cambiamenti più (Berry, DJ) o meno (Sutton) dolorosi in corso d’opera.

In questi ultimi tre anni, con Mahomes stabile in regia, la squadra sta viaggiando ad altissimi livelli portando a noi tifosi notevoli soddisfazioni.

Tra tutti questi lati positivi vi è purtroppo un lato oscuro e doloroso da affrontare, quello dei DETTAGLI e delle SCELTE DRASTICHE per affrontare il picco della montagna. 

Raggiunte certe partite, i dettagli sono fondamentali ed è questo il punto che andrò a sviluppare sapendo di ricevere numerose critiche.


Reid è un amatissimo ed ottimo allenatore MA, non è un maestro nel controllo completo dei dettagli:

  • Clock management (non occorrono spiegazioni);
  • Utilizzo dei timeout (mi viene in mente un field goal…);
  • Utilizzo dei cavilli regolamentari a favore (Manning ed i suoi snap con i nostri che non uscivano dal campo in tempo vi ricorda qualcosa?);
  • Gestione dei collaboratori (vedi Bieniemy al Superbowl 2020);
  • Review delle azioni chiave tramite red flag;
  • Passività con i Media.


A questi vorrei aggiungere per ultima la mancanza di direzione nella costruzione della squadra.
Nel 2020 si pensava ad una heavy pass offense e si è agito tramite il potenziamento della OL(Osemele, Remmers, Niang) ed il draft di un ulteriore RB (Clyde Edwards Elaire) abile nelle ricezioni.

Quello che è mancato come DETTAGLIO in questa organizzazione è l’accuratezza nella scelta del parco dei ricevitori. Esclusi i pro e allpro Hill e Kelce, il resto è un numero di giocatori dal rendimento discontinuo (Watkins) e senza attributi caratterizzanti(Robinson, Hardman).

Manca un ricevitore da slot con mani sicure (alla Albert Wilson) ed un WR di grossa presenza per il possesso (alla Anquan Bolding).

I risultati di queste scelte, al netto delle varie attenuanti, sono stati esposti in toto nel Superbowl dal maestro del dettaglio Tom Brady.

Tolto l’immenso Kelce, vi era una distanza siderale tra il povero Mahomes in fuga ed i WR sempre in profondità. 


Parlando di 2021, nella situazione attuale a monte del draft, ecco le mie considerazioni.

Con Mahomes, MAI penserei ad una heavy run offense (e nemmeno a rinchiuderlo in una west coast, ma questo è un altro discorso…che vedremo tra poche righe) ma… Blythe, Bell (Blake) Burton mi fan tornare ai tempi del mio mito assoluto Jamaal Charles...Ok bene… CEH è un buon giocatore ma non è Jamaal né sulle corse né in ricezione (spero di essere piacevolmente smentito caro Clyde).

Se la linea dovesse essere questa (heavy run offense) a cosa servirebbero giocatori come Hill ed Hardman?

A mio parere almeno uno dei due potrebbe finire in qualche trade per l’introvabile LT.


Vi do comunque la mia soluzione per raggiungere nuovamente la vetta:

  • Reid offensive coordinator;
  • Vrabel head coach;
  • Trade di Hill per un LT o Julio Jones;
  • Draft: LB, WR slot, RB beastmode.

Addio amici…

Inerthia

Follow by Email